[ by g.orsucci ]

                                             ti trovi in    www.orsu.it  >  escursioni  >  valle d'aosta e gruppo del monte bianco  >  rifugio bertone e testa della tronche
  RIFUGIO BERTONE E TESTA DELLA TRONCHE
www.orsu.it   schede e fotografie di viaggi ed escursioni

HOME
ESCURSIONI
VIAGGI
CHI SONO
copyright © 2007-2013 | all rights reserved

Il percorso tradizionale di salita al Rifugio Bertone parte da Courmayeur, ma è assai preferibile partire da Plampincieux in Val Ferret in modo da evitarci un po' di dislivello e da garantirci la possibilità di un percorso ad anello di ampio respiro, di fronte al gruppo del Monte Bianco. Parcheggiata la macchina nel parcheggio "Bertone" della Val Ferret, oltrepassiamo la Dora di Ferret su di un ponticello; lasciamo sulla sinistra gli alpeggi di Neyron e imbocchiamo il sentiero che comincia a salire verso O. Il tracciato si fa presto molto interessante per gli ampi panorami che si mostrano davanti ai nostri occhi; già compare lontano la "lingua biforcuta" del Ghiacciaio del Miage.

Giunti all'Alpe Leuchè superiore, il sentiero smette di salire: con un percorso più pianeggiante, ti permette di godere meglio l'ambiente mozzafiato che ci circonda. In breve giungiamo ad un punto panoramico con una dettagliata segnaletica; il Rifugio Bertone e Le Prè rimangono pochi metri più in basso.

Il nostro percorso prosegue ora verso NE: preso il sentiero per la Testa Bernarda e il Col Sapin, risaliamo ripidamente la gobba erbosa che costiuisce l'inizio del Mont de la Saxe, una lunga cordigliera erbosa che culmina con la Testa Bernarda e la Testa della Tronche. La dobbiamo percorrere per intero, appunto fino alla Testa della Tronche, il punto più alto dell'anello (m2584). Si impiega poco meno di due ore per raggiungerne la sommità. Eccezionale è il panorama sul settore orientale del gruppo del Monte Bianco.

Dopo una doverosa sosta, scendiamo dal versante sud della Testa della Tronche e perveniamo velocemente al Col Sapin, quindi scendiamo all'Alpe di Séchéron, saltellando in un paesaggio da puzzle. Il verdeggiante vallone di fronte a noi è la cornice ideale per le cime bianche della Greuvetta e delle Grandes Jorasses. Proseguiamo poi in discesa fra i prati fino ad Armina, dove superiamo il torrente su un ponticello.

Giunti alle stalle di La Leche fare attenzione al sentiero che, poco segnalato, scende verso valle a Plampincieux distaccandosi dal sentiero che prosegue dritto verso il Rifugio Bertone. Tagliando in diagonale il fianco della montagna, facciamo ritorno al parcheggio, concludendo il giro ad anello.
mappa del percorso










altre escursioni in zona
monte fortin
rifugio elena

località di partenza
dislivello complessivo
salita / complessivo
punti di appog. / note
consigliato / qual.foto
itinerario di cammino



panorama sul Monte Bianco e sulla Val Vany dal bel sentiero fra Neyron e il Rifugio Bertone

vista sul Rifugio Bertone e sull'Alta Valle d'Aosta


le Grandes Jorasses incorniciate dai prati fioriti della Testa della Tronche

giglio martagone nei pressi dell'Alpe di Secheron


descrizione del percorso
Neyron m1616 (2 km oltre Plampincieux, in Val Ferret; da Milano h2.35 km 230; da Torino h1.40 km 150)
1000 metri
3.00 ore / 5.30 ore
Rifugio Bertone (m1996), tel. 0165.844612, 62 posti letto / ---
* * * * *  /  * * * * *
Neyron (Plampincieux) m1616  >  A. Leuchè superiore m1929 h0.45 T  >  Rif. Bertone m2000 h0.30 T  >  Testa della Tronche m2584 h1.45 E  >  Col Sapin m2436 h0.15 E  >  Alpe di Séchéron m2260 h0.20 E  >  Armina m2009 h0.30 E  >  Neyron m1616 h1.00 E
le Grandes Jorasses incorniciate dai prati fioriti della Testa della Tronche
panorama sul Monte Bianco e sulla Val Vany dal bel sentiero fra Neyron e il Rifugio Bertone
vista sul Rifugio Bertone e sull'Alta Valle d'Aosta
giglio martagone nei pressi dell'Alpe di Secheron




novità VIAGGI | LONDRA
novità ESCURSIONI |
VIA DELLE CRESTE