[ by g.orsucci ]

                                             ti trovi in    www.orsu.it  >  escursioni  >  valchiavenna e valle spluga  >  bivacco del suretta al ghiacciaio del suretta
  BIVACCO DEL SURETTA AL GHIACCIAIO DEL SURETTA
www.orsu.it   schede e fotografie di viaggi ed escursioni

HOME
ESCURSIONI
VIAGGI
CHI SONO
copyright © 2007-2013 | all rights reserved

Il Bivacco Suretta è una scatoletta rossa un po' sverniciata che sta a guardia del Ghiacciaio del Suretta, un vegliardo di ghiaccio destinato ad una lenta agonia. Il sentiero estivo per raggiungerlo non presenta punti paesaggistici particolarmente interessanti, e la vista del rattrappito ghiacciaio dà più sconforto che piacere. Interessante quindi solamente il panorama che dal bivacco si apre ampio sull'intera Valle Spluga e sul sottostante Lago di Montespluga. Può valer la pena dunque inserire questa meta all'interno di un giro ad anello più ampio che comprenda qualche bellezza naturalistica in più.

L'anello qui proposto, con partenza da Montespluga, porta al Bivacco Suretta con qualche sbuffo di fatica in più, ma solo dopo averci portato sugli storici tracciati del Passo dello Spluga e agli splendidi Laghi Azzurri. Calziamo dunque gli scarponi a Montespluga e cominciamo a salire su prati in direzione del Passo dello Spluga, tenendoci sul versante occidentale della valle. Dopo una ventina di minuti traversiamo la SS36 nei pressi della Casa Cantoniera (m2065) per andare a calcare il passo sul tracciato seicentesco della Via Spluga: in particolare dove troviamo due selciati che vanno a congiungersi, quello più ripido è seicentesco, mentre quello meno ripido è un rifacimento settecentesco.

Altri tratti di selciato originale possono essere percorsi sul versante svizzero dello Spluga. Noi però, raggiunto il Passo dello Spluga, dobbiamo ora prendere il sentierino che risale con migliaia di geometrici tornantini il costone erboso sulla destra. In meno di quaranta minuti perveniamo al Bergsee ("Lago Azzurro" in tedesco), grande pozza d'acqua perfettamente circolare, felicemente collocato su un balconcino panoramico sulla tortuosa strada dello Spluga. Continuando a salire, ora su suolo sassoso, perveniamo in una manciata di minuti ai Laghi Azzurri (così chiamati da alcuni, "Lago Azzurro" da altri: in effetti, come definire il confusionale sistema lacustre che ci troviamo di fronte? Un unico lago con tante pozze satellite, oppure tanti laghetti?).

Dalla parte opposta dei laghi, proteso aggressivamente su Montespluga, si erge il Pizzo della Casa, cima panoramicissima che ci richiede un'oretta fra andata e ritorno. Il percorso, ancora lungo, per il Bivacco Suretta prosegue invece verso Est in un cimitero di grandi massi provenienti chissà da dove. E' questo il tratto più scomodo dell'escursione: il sentiero è quasi inesistente, per cui siamo alla continua ricerca di un buon passaggio fra massi e sfasciumi, cercando di aggirare le placche nevose che qui talvolta si attardano fino ad estate inoltrata. La pendenza è sempre molto moderata.

Superato questo tratto, dobbiamo affrontare una traversata in piano tagliando in mezza costa un ripido pendio roccioso. Qualche cordino e scaletta metallica ci dà supporto nei tratti più difficoltosi. Imbocchiamo quindi una crestina morenica che in breve ci porta alla modesta fronte del Ghiacciaio del Suretta, da cui possiamo decidere di salire al Bivacco Suretta, posizionato sulla cima di un panettone roccioso dirimpetto al ghiacciaio. Notevole il panorama su Val Loga, Lago di Montespluga e Valle Spluga.

La discesa, da effettuarsi ora sul sentiero estivo per il bivacco, ci richiede un paio d'ore: ridiscendiamo su sfasciumi dal panettone, quindi nella valle scavata dal ghiacciaio finchè non raggiungiamo un pianoro detritico; qui il sentiero piega verso Ovest e va discendere in obliquo uno scosceso pendio erboso, passando alla base di un corpo roccioso. Dopo questo breve tratto, pericoloso in presenza di neve, il sentiero scende con più agio lungo un bel costolone erboso mirando dritto verso il Lago di Montespluga. Più in basso andiamo a percorrere incantevoli prati, disseminati di massi e di piante di rododendro, allietati dal fruscio di un torrente. E' con un certo dispiacere che abbandoniamo questi prati per andare a percorrere i 2 chilometri di statale che ci separano da Montespluga, dove abbiamo lasciato l'automobile.
mappa del percorso








altre escursioni in zona
bivacco cecchini
rifugio bertacchi
suretta via invernale
rifugio chiavenna

località di partenza
dislivello complessivo
salita / complessivo
punti di appog. / note
consigliato / qual.foto
itinerario di cammino




il Lago di Saoseo e la sua conca rivestita di boschi di larici e abeti

il Rifugio Saoseo Lungacqua nei pressi del Lago di Saoseo



boschi policromi di larici e abeti in Val di Campo

larice autunnale in Val di Campo




descrizione del percorso
boschi policromi di larici e abeti in Val di Campo
il Lago di Saoseo e la sua conca rivestita di boschi di larici e abeti
il Rifugio Saoseo Lungacqua nei pressi del Lago di Saoseo
larice autunnale in Val di Campo
Montespluga m1908 (alta Valle Spluga; da Milano h2.30 km 145; da Sondrio h1.50 km 80)
840 metri
3.00 ore / 5.00 ore
--- / ---
* * * * *  /  * * * * *
Montespluga m1908  >  Passo dello Spluga m2113 h0.40 T  >  Bergsee m2310 h0.40 E  >  Laghi Azzurri m2445 h0.20 E  >  Bivacco Suretta al Ghiacciaio del Suretta m2748 h1.30 E+   >  Montespluga h2.00 E




novità VIAGGI | LONDRA
novità ESCURSIONI |
VIA DELLE CRESTE