[ by g.orsucci ]

                                             ti trovi in    www.orsu.it  >  escursioni  >  valtellina e valfurva  >  alta via della valmalenco, tappa 4
  ALTA VIA DELLA VALMALENCO, TAPPA 4 - PIANI DI FORA > LAGO PALU'
www.orsu.it   schede e fotografie di viaggi ed escursioni

HOME
ESCURSIONI
VIAGGI
CHI SONO
copyright ę 2007-2013 | all rights reserved

mappa del percorso





tutte le tappe
prima tappa
seconda tappa
terza tappa
quarta tappa
quinta tappa
sesta tappa
settima tappa

localitÓ di partenza
dislivello complessivo
salita / complessivo
punti di appog. / note
consigliato / qual.foto
itinerario di cammino





il Disgrazia riflesso all'alba nel laghetto dei Piani di Fora

immagine mattutina del Rifugio Longoni




il degrado e l'abbandono all'interno del ex-Rifugio Entova-Scerscen

veduta dall'alto del Lago Pal¨



descrizione del percorso
Piani di Fora m2302; arrivo all'Alpe Roggione nei pressi del Lago Pal¨ m2007
+900m -1200m
3.00 ore / 6.30 ore
Rifugio Longoni (m2450), tel. 0342 451120, 37 posti letto / ---
* * * * *  /  * * * * *
Piani di Fora m2302  >  Rifugio Longoni m2450 h0.30 E  >  Lago d'Entova m2738 h1.30 EE  >  ex-Rifugio Entova-Scerscen m2957 h0.40 E  >  Lago d'Entova m2738 h0.20 E  >  Bivio Alta Via m2400 circa h0.40 T   >  Alpe Sasso Nero m2304 h2.00 E  >  Alpe Roggione (nei pressi del Lago Pal¨) m2007 h0.50 E

Dopo aver goduto di una spettacolare alba dai Piani di Fora, ripartiamo a camminare e in mezz'ora siamo nella veranda del Rifugio Longoni (dove ci gustiamo una bella colazione calda!). Ripartiamo alla volta di uno dei tratti pi¨ "impegnativi" del nostro tour, ovvero la traversta che conduce ai Laghi d'Entova; il sentiero Ŕ un po' esposto nella sua seconda metÓ e supera un breve tratto di roccia assicurato con delle catene, pericoloso se c'Ŕ roccia bagnata.

Superato incolumi questo tratto di puro alpinismo, giungiamo in una conca: qui ci riuniamo alla vecchia strada sterrata del Rifugio Entova Scerscen (che percorremo al ritorno); proseguiamo verso il rifugio, che giÓ vediamo lass¨ sul crinale. Pochi minuti e scorgiamo due laghetti bluastri, con iceberg fino a stagione avanzata (siamo a pi¨ di 2700 metri). La sterrata disegna ora un paio di timidi tornanti tentando di risalire la bastionata, ma presto la strada sfuma negli sfasciumi e si trasforma in sentiero. Sentiero che, largo e comodo, ci permette di raggiungere il piazzale del rifugio.

L'ex-Rifugio Entova Scerscen nasce negli anni '60 come stazione di sci estivo. Ma si rivel˛ presto un fallimento. Vari i motivi: il rifugio era troppo isolato dalla vita, la strada era troppo lunga e pericolosa e richiedeva una manutenzione continua a causa di smottamenti e frane; si aggiunga poi, forse motivo principale dell'abbandono della struttura, l'inesorabile ritiro del Ghiacciaio dello Scerscen: se all'inizio dell'attivitÓ si poteva mettere gli sci ai piedi e andare in pista, ora il ghiaccio Ŕ 30-40 metri pi¨ in basso del rifugio a causa della fortissima diminuzione di spessore del corpo glaciale. Il rifugio, oggi, Ŕ tranquillamente visitabile; si mostra all'escursionista in tutto il suo abbandono e in tutto il suo sozzume. E non si pu˛ non chiedersi se non poteva avere un destino migliore, tramite tentativi di ripristino come rifugio alpino di escursionismo estivo e invernale.

La strada che ci separa dal Lago Pal¨ Ŕ ancora lunga: lasciamo il rifugio, scendiamo ai laghi, quindi imbocchiamo la vecchia sterrata che, con stretti tornanti esposti sul precipizio, perde rapidamente di quota. La strada, nei punti pi¨ ripidi, Ŕ tanto malmessa che si presenta ormai solo come un sentiero. All'ultimo tornante troviamo il bivio dove ci ricongiungiamo con l'Alta Via. L'indicazione di 3 ore per l'Alpe Roggione Ŕ molto abbondante: si pu˛ fare uno sconto di una buona mezz'ora. Il tracciato Ŕ ben segnato ma striscia frequentemente su noiose e pericolose pietraie. E' con sollievo che si giunge a vedere il Lago Pal¨; scendiamo in un rado bosco e sbuchiamo fra le belle baite dell'Alpe Roggione. Col permesso di una signora ci mettiamo su questi prati: al Lago Pal¨ Ŕ vietato il campeggio.



il degrado e l'abbandono all'interno del ex-Rifugio Entova-Scerscen
il Disgrazia riflesso all'alba nel laghetto dei Piani di Fora
immagine mattutina del Rifugio Longoni
veduta dall'alto del Lago Pal¨




novitÓ ESCURSIONI |
VIA DELLE CRESTE